Speaker

vittorio-munari-iceberg
Vittorio Munari
Vittorio Munari

Ex rugbista, allenatore di rugby a 15, dirigente sportivo, giornalista e telecronista sportivo italiano, Vittorio Munari inizia la sua carriera di giocatore nella squadra del Petrarca Rugby di Padova, ricoprendo i ruoli di mediano di mischia o mediano di apertura. Nell’estate del 1984, a soli 33 anni, è allenatore del Petrarca e conquista tre scudetti consecutivamente tra il 1984 e il 1987, diventando il più giovane allenatore italiano di sempre a vincere il campionato. Con lui arriva a Padova, tra gli altri, David Campese, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, legato a Munari da una profonda amicizia. Nel 1993 allena il Resto del Mondo in occasione della partita di addio dell’apertura sudafricana Naas Botha. Nello stesso anno è chiamato a far parte del Technical Advisory Commitee dell’International Rugby Board, incaricato di proporre la prima serie di modifiche al regolamento del gioco del rugby. Consigliere della Federazione Italiana Rugby dal 1987 al 1996, nel 1997 allena per la seconda volta il Resto del Mondo, a Sydney, in occasione dell’ultima partita di David Campese. Dopo una carriera da dirigente nel Petrarca, nel 2002 viene invitato a ricoprire la carica di Direttore generale del Benetton Rugby Treviso. Ha scritto per La Gazzetta dello Sport, Il Giornale, Il Corriere della Sera, Il Gazzettino e commentato incontri di rugby per Telecapodistria, Telepiù, Rai e Sky. Dal 2014 commenta insieme ad Antonio Raimondi, già suo partner dal 2010 al 2013 su Sky, le partite del 6 nazioni su DMAX.